Il tempo e le occasioni

Esistono amori che sono come l’acqua cheta e amori che invece sono come una tempesta di mare. Se noi intendiamo però che la passione sia essere coinvolti, amori senza coinvolgimento non esistono, perché bisogna che io mi metta in gioco, che l’altro mi appaia come qualcosa che mi completa, che mi manca, che è oggetto di desiderio e nello stesso tempo mi appaia come un altro me stesso, qualcuno in cui mi specchio.
[…]
(L’amore è un gioco d’equilibrio)

[…] l’amore presuppone l’incertezza, ha bisogno di essere continuamente in crisi e rassicurato. Cioè l’amore non coincide col possesso di qualcosa o di qualcuno, l’amore consiste con questa gioia mescolata a incertezza…Il romanziere e scrittore francese, Stendhal, che ha scritto un bellissimo libro intitolato Dell’amore, racconta che nelle miniere di salgemma di Salisburgo, in Austria, si mette un ramoscello secco, che dopo qualche mese si infiora di questi splendidi cristalli di sale. E il senso di questo paragone è che per noi una persona che è insignificante, che non vuol dire niente, che non ci dice niente, improvvisamente si riempie di qualità: ci accorgiamo che è bella, che è interessante, che è amabile, ecco però queste inflorescenze, questi cristalli sono molto fragili, possono cadere e quindi se la mia immaginazione attribuisce delle qualità all’essere amato, queste qualità hanno bisogno di essere continuamente rinfocolate, di essere riprese. L’amore è qualche cosa di vivo, è proprio quasi il senso della vita. L’amore esiste perché io lo rinnovo continuamente.
[…]
L’amore è un paradosso, anche questo è stato detto. E quindi l’amore è nello stesso tempo serenità e incertezza, e la serenità vince l’incertezza soltanto perché c’è questo rapporto di assicurazione che l’amore mi dà. Quindi noi abbiamo nell’amore periodi di incertezza e periodi di serenità. Sempre Stendhal, per esempio, in un romanzo che si chiama Il rosso e il nero, racconta di come si può restare sempre innamorati. Se ci si avvicina troppo e si rischia di confonderci con l’essere amato, bisogna fare una bella litigata e poi, magari, “… prendere una scala di notte – dice lui -, salire nella stanza da letto di una signora e riappacificarsi”. Se, appunto, si è troppo vicini ci si allontana, se si è troppo lontani ci si avvicina e bisogna trovare questa distanza ottimale come un arco voltaico quando bisogna far scoppiare la scintilla. Questo implica l’amore come mobilità. L’amore è vaghezza, nel senso di una bellezza vaga, vaghe stelle dell’Orsa, qualcosa che si muove
. Remo Bodei

Annunci

6 commenti su “Il tempo e le occasioni

  1. Per me hanno ragione tutti e pure tutti quelli che non hai citato. L’amore è potente anche per questo, ne puoi parlare e scrivere e pensare per una vita, in milioni di persone lo fanno contemporaneamente e sempre diranno le stesse cose e sempre diverse. L’amore ha questa magia, è forse l’unica esperienza che non si può condividere perchè ognuno crede di vivere una cosa speciale che solo lui così. Ed è anche vero. Pare una contraddizione, ma quando si ama ci si annulla nell’altro, quando finisce ci si sente persi perchè non sappiamo più chi siamo. E in questa ricostruzione sta la nostra individualità, il nostro percorso tutto speciale. Eppure così uguale a quello di milioni di altri essere umani. Almeno nel metodo:)

  2. “quando si ama ci si annulla nell’altro, quando finisce ci si sente persi perchè non sappiamo più chi siamo. E in questa ricostruzione sta la nostra individualità, il nostro percorso tutto speciale” … e se questa ricostruzione (o percorso) fosse contemporanea, non sarebbe meglio? ma è una domanda postuma (io mi sono capita 😮 )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...