Chi lo sa in che direzione va il tempo

Il tempo si può paragonare a un cerchio che gira incessantemente; la metà sempre discendente sarebbe il passato; la metà sempre ascendente, l’avvenire. In alto c’è un punto indivisibile, il punto di contatto con la tangente: questo è il presente senza estensione. Come la tangente non è trascinata nella rotazione, altrettanto immobile resta il presente, punto di contatto dell’oggetto, la cui forma è il tempo, con il soggetto, il quale non ha nessuna forma, in quanto non rientra nell’ambito del conoscibile, ma è bensì condizione di ogni conoscenza. Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, Mursia

Sandy Denny.  Who knows where the time goes

Annunci

Un commento su “Chi lo sa in che direzione va il tempo

  1. Insomma, con Sandy Denny e con questa canzone…Se vuoi farmi commuovere, questa è la canzone giusta. E cantata così…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...