Per incompatibilità di carattere

Ma l’uomo si sforza, fino all’ultima estremità, di mantenere la posizione cui si è assuefatto: nel fondo della nostra natura si annida un elemento di conservazione, al quale non rinunziamo se non vi siamo sforzati. Pensavo perciò volentieri che l’episodio fosse solo transitorio, e che avrebbe presto ceduto il posto alla vita di prima. ..Ma non tardai molto a convincermi che la speranza era vana, e ciò, principalmente, per dato e fatto del mio carattere.

Non intendo, con questa affermazione, di screditare il mio carattere. Esso è quello che è.

Il tempo di chi vive come s’ha da vivere è distribuito in tre parti: il lavoro, il piacere, il riposo, ovvero lo svago. Nel piacere e nel lavoro, le qualità individuali soggiaciono a un elemento comune a tutti: nel lavoro, noi operiamo sotto l’inflenza predominante di razionali esigenze esteriori; nel piacere, sotto l’influsso di altre esigenze, insite del pari all’umana natura. Il riposo, lo svago, costituiscono un elemento nel quale si cerca rifar le forze;  e questo elemento è introdotto nella vita dell’individuo, perciò si distingue per caratteri personali. Nel lavoro e nel piacere gli uomini son tratti gli uni verso gli altri dal calcolo o dalle esigenze dell’organismo. Nel riposo no. Nel riposo l’uomo s’individualizza, e il carattere di lui si rivela a seconda della specie di riposo che più gli è grata.

Per questo rispetto, gli uomini si dividono in due principali categorie. Gli uni cercano il riposo o lo svago nella compagnia, e sono i più numerosi; gli altri, nella solitudine. Io appartengo a questa seconda categoria; …appartiene alla prima. Ecco tutto il segreto della nostra storia. Contro la nostra indole ciascuno di noi è impotente. (Che fare?  Nikolaj Gavrilovic Cernyševskij)

Le cose in comune,  Daniele Silvestri

Annunci

2 commenti su “Per incompatibilità di carattere

  1. bello! mi ricordo che ne fecero uno sceneggiato tv piuttosto bello, con Bruno Cirino se non ricordo male; e avevo anche letto il libro, ma era tanto che non ci pensavo più. Per questo, grazie! era ora di tornare a leggere qualcosa di bello.
    🙂
    L’osservazione sul nostro carattere che si mostra bene nei momenti di riposo è fondamentale…Se uno non è troppo stanco, è il momento in cui può dedicarsi a quello che vuole: e qui casca l’asino (o si mette a correre…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...