Noi facciamo finta di niente.


…nel riavvolgere il Risorgimento all’indietro siamo andati lontano. E la celebrazione del prossimo anno sarà una commemorazione. Dice Bossi che il federalismo è cosa fatta. Il federalismo no, e Cattaneo è solo usurpato: ma uno sgretolamento avaro e rancoroso sì, e abbastanza irreversibile.
[…]
Arriveremo ai 150 anni dell’Unità così o no? Se è così, diamo una mano a far muovere l’ingorgo – senza bussare al clacson, come si dice a Napoli e si fa dappertutto – ma guardiamo anche un po’ più in là. Dal sud al nord d’Italia, ne mandiamo Mille al giorno di ragazzi che “giù” hanno studiato per niente. Per intravvedere una tendenza contraria alla frantumazione egoistica dell’Italia e del sentimento che se ne fanno i suoi cittadini non si può che guardare ai giovani, e all’eventualità che una solidarietà e una confidenza fra loro promuova un giorno in Erasmus, una spedizione comune, diventi più forte del vincolo al proprio territorio e ai propri vecchi capitribù. Il trapasso invalso da parole come terra a una come territorio è del resto illuminante: si può voler bene a una terra, per un territorio si fa la guerra di confine, o una causa di sfratto. L’anniversario della Disunità, Adriano Sofri, su repubblica.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...