Il meteo delle cipolle

Il meteo delle ziole
Si prendono 6 cipolle di dimensioni simili, si tagliano a metà e si svuotano un pò fino a ottenere due coppette. si dispongono su di un’asse di legno le 12 coppette (corrispondenti ai 12 mesi dell’anno) e al centro di ogni coppetta viene messo un cucchiaino di sale grosso. Questo deve essere fatto la sera tra il 24 e 25 gennaio, in occasione della cosiddetta “Conversione di San Paolo”. La mattina si osserva lo stato del sale nella coppetta (se è più o meno bagnato) e si deduce come sarà il mese.
PREVISIONI di Giulio Nervo
FEBBRAIO:asciutto; MARZO:bagnato; APRILE:bagnato; MAGGIO:asciutto; GIUGNO:asciutto; LUGLIO:asciutto; AGOSTO:bagnato; SETTEMBRE:bagnato; OTTOBRE:bagnato; NOVEMBRE:asciutto; DICEMBRE:bagnato; GENNAIO 2011:bagnato
(pubblicato da ecomuseo del Lagorai)

About these ads

9 commenti su “Il meteo delle cipolle

  1. ….e a mezzogiorno una bella frittata con le cipolle, senza aggiungere sale però……
    ci provo…..:-)
    non mi vanno giù le previsioni di Giulio Nervo……ad agosto, settembre e ottobre non deve piovere!

  2. :0 al posto dell’emoticon stavo per scrivere 1 esclamazione in napoletano ma ho voluto evitarti ogni censura… ;) terremo presente queste previsioni…chissà che le cipolle nn siano molto più affidabili dei vari giugliacci nostrani :D
    buona giornata
    aicha

  3. E io ho pure letto …ahahahhahah :D
    ma 12 cipolle messe in forno così come sono senza sciupare il sale , per un’ora e poi sbucciate condite e mangiate… son più bbone e fanno contorno,
    Tanto ci si incastra sempre qualche vulcano thailandese a sciupare le previsioni delle cipolle

  4. ed io che credevo di trovare una ricetta in casa tua :)))
    forse differenziando le cipolle si ha pure un esito diverso?cipolla bianca, cipolla di tropea etc–
    qui da me c’è un’altra tradizione…
    contando dal 13 dicembre si attribuisce ad ogni giorno che segue il mese corrispondente dell’anno successivo..
    ad esempio al 13 dicembre corrisponde gennaio, al 14 febbraio, al 15 marzo e così via fino alla vigilia di natale che corrisponde a dicembre.
    in base al clima di quel giorno sarà il mese attribuito.
    è una tradizione che raccontava mia nonna ed ora se ne ricorda mia madre.
    mah…io qualche volta l’ho annotata da qualche parte ma poi mi scordo sempre dove e così…mi perdo le previsioni :)

  5. sempre quelle asietta, bruci un cardo o un altro fiore, se la mattina è miracolosamente rifiorito, trovi marito o la lettura della chiara d’uovo, per capire che lavoro fa il promesso…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...