Dove c’è gusto

150 anni d’Italia, ovvero 10 piatti o prodotti per cui vale la pena vivere

Focaccia, cicorielle con polpettine, purè di fave, minestra di fagioli con cavatelli, alici fritte, agnello, la burrata, zeppole fritte, ciliegie, vino primitivo

Annunci

9 commenti su “Dove c’è gusto

  1. Condivido e sostengo fortemente (anche se non necessariamente in quest’ordine). Aggiungerei fuori concorso la tiella (e basta, perché sento lo stomaco borbottare e non è orario…). 🙄

    Un abbraccio.

    • tra una bavarese e l’altra (a propò di internazionalista) che c’azzecca? sono i 150 anni d’Italia… non è una gara, quanto all’emiliano se sono come te wow ragazze 😀

  2. @Stefania è un ordine casuale, ho sofferto parecchio, ma dieci ne potevo scegliere, per es. si può tenere -impunemente- fuori “il crudo” ? 😦
    @Frank mi cogli impreparata, non conosco distillati regionali, d’altro canto con le frequentazioni venete e trentine…

  3. [Emiliana a rapporto :-)]

    I tortellini in brodo, le lasagne ragù e besciamella, le tagliatelle con il ragù di prosciutto, la gramigna panna salsiccia e Sangiovese, la mortadella, il Parmigiano Reggiano, la piadina con lo squacquerone, le crescentine, le tigelle, il certosino.

    [però la piadina è un “prestito” romagnolo]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...