Mattinata estiva con indumenti invernali


Con quanto bagaglio dovevo andare in giro, considerato che, partendo da sud, devo portarmi dietro anche il cibo buono?
Quassù nell’armadio c’è qualcosa, poco, ma sono dimagrita. Per fortuna avevo preso un paio di bluse leggere e un vestitino smanicato.
Qui il sole ti prende alla sprovvista, sorge più tardi, risale la collina, alle 9, mentre pensi che bel fresco, devi toglierti subito il maglione.
Il caldo ha invaso anche il sogno di stanotte, stavo cercando casa al mare, l’immobiliarista era uguale a Denis Verdini. Il mare era agitato e le onde sembravano disegnate da Katsushika Hokusai, cavalloni azzurrissimi con creste bianche, s’impennavano e poi giù col muso seguendo sincronicamente una diagonale. In mezzo c’erano i surfisti, o meglio si vedevano le vele colorate. Le donne, invece, erano impegnate a tenere ferme le acconciature, davanti a grandi specchi appoggiati sulla sabbia, si cotonavano, puntellavano con forcine.
Allora, ho pensato al risveglio, cos’è che ti (mi) agita? la simbologia è chiara, mia cara, e se neghi peggiori la situazione: ri mo zio ne, stai facendo resistenza, bella.
Insomma, sto fuori stagione, sto solo, semplicemente fuori stagione.

(per la musica grazie a untitled.io)

Annunci

2 commenti su “Mattinata estiva con indumenti invernali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...