Molto prima che fosse fatta l’Italia

Non crediate a costoro che predicano sì efficacemente la libertà, perchè quasi tutti, anzi non è forse nessuno che non abbia l’obietto agli interessi particolari

Sembra incredibile, ma questo bel prontuario di regole immorali fa parte del nostro comune DNA, a quanto pare, fin dai primi albori della modernità. Molto prima che fosse fatta l’Italia, gli Italiani -o almeno quelli di loro che contavano e si esprimevano – erano fatti così.
[…]
Commenta Francesco De Sanctis in una celebre pagina della sua Storia della letteratura italiana, dedicata al raffronto fra Machiavelli e Guicciardini:

Essendo il mondo fatto così, hai a pigliare il mondo com’è, e condurti di guisa che non te ne venga danno, anzi la maggiore comodità possibile. Così fanno tutti gli uomini “savi”.

E conclude lapidariamente: “I suoi Ricordi sono la corruttela italiana codificata e innalzata a regola della vita”.

Ecco le sue conclusioni sul Guicciardini:

Questo è il succo dell’arte della vita seguita da’ più, ancorchè con qualche ipocrisia, come se ne vergognassero. Ma il Guicciardini ne fa un codice, fondato sul divorzio tra l’uomo e la coscienza, e sull’interesse individuale. E’ il codice di quella borghesia italiana, tranquilla, scettica, intelligente e positiva, succeduta a’ codici d’amore e alle regole della cavalleria

“Un codice fondato sul divorzio fra l’uomo e la coscienza”Roberta De Monticelli, La questione morale Raffaello Cortina Editore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...