Fine settimana all’insegna della variabilità

John McLaughlin & the 4th Dimension – The Fine Line

Il mondo è un gran bel posto per nascerci se non date importanza alla felicità che non è sempre tutto questo spasso
se non date importanza a una punta d’inferno qua e là proprio quando tutto va bene
perché anche in paradiso non è che cantino tutti i momenti
………
[L.Ferlinghetti]

Thunderclap Newman – Something In The Air
[ah! lo so, sono proprio scortese a entrare in casa d’altri e a non lasciare manco un saluto]

Jakszyk, Fripp, Collins – Secrets

Ascolti.
La parole che ascolti ti toccano appena.
Hai nel viso calmo un pensiero chiaro
che ti finge alle spalle la luce del mare.
Hai nel viso un silenzio che preme il cuore
con un tonfo, e ne stilla una pena antica
come il succo dei frutti caduti allora.
[Cesare Pavese]

Mazzy Star – Fade Into You

Stan Kenton – The Peanut Vendor

Annunci

2 commenti su “Fine settimana all’insegna della variabilità

  1. Questo post è musicalmente assai (e assai piacevolmente) eterogeneo. Ho apprezzato in particolare Mbappe al basso con McLaughlin, ma non disdegnado il resto. Un applauso alla DJ 🙂
    Beh, anche Ferlinghetti e Pavese la sapevano lunga. e complimenti anche a chi ha cotto la “sultanotta” ( e anche a chi l’ha mangiata, cazzarola :)..

    Ciao

    Giacomo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...