Tutto era pronto per essere afferrato

Per me e per molti dei miei amici, gli anni settanta segnarono l’inizio del ventunesimo secolo…sono stati scrittori come George Steiner a coniare una espressione sexy come post-cultura, e al rock parve proprio una buona idea unire i puntini della pista cifrata, nell’insieme c’era una precisa sensazione che ormai “niente fosse vero” e che il futuro non fosse così nettamente delineato com’era parso né, per la verità, lo era il passato. Perciò, tutto era pronto per essere afferrato. Se avevamo bisogno di qualche verità, potevamo costruircela noi. La base di lancio principale sarebbe stata, “noi siamo il futuro adesso” e l’unico modello per celebrare questa condizione era creare il futuro con gli unici strumenti a nostra disposizione.Con una band di rock’n’roll, naturalmente. (Moonage Daydream)
























Annunci

2 commenti su “Tutto era pronto per essere afferrato

  1. Deduco che hai un debole per l’uomo che cadde sulla terra?
    E comunque hai tralasciato Absolute Beginner.
    E anche Thursday’s Child (il video è splendido) 😉

    Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...